La sicurezza in casa: preparare il terreno per le sue prime esplorazioni

Insieme all'emozione per i suoi primi gattoni e passi in giro per casa, nasce giustamente la preoccupazione di rivedere e riorganizzare gli spazi domestici in modo tale da minimizzare il più possibile il rischio che il vostro cucciolo possa involontariamente farsi male. L'acquisizione dell'equilibrio e di una buona coordinazione dei movimenti sono processi lenti: nel frattempo, spetta a mamma e papà prevenire piccoli incidenti!

Parate gli spigoli: esistono in commercio appositi paraspigoli, di tutti i tipi, per evitare che i bambini picchino soprattutto la testa. Sono comunque facilmente realizzabili in casa, bastano gommapiuma o stracci da fissare agli spigoli bassi di mobili, termosifoni, ecc.

Coprite le prese: anche se i moderni sistemi elettrici prevedono dei sistemi di sicurezza, meglio evitare che il piccolo infili le dita nelle prese, coprendole con le apposite coperture di sicurezza.

Controllate che i cavi elettrici scoperti non siano danneggiati; in generale, non lasciate alla sua portata dispositivi elettrici.

Allontanate gli oggetti pericolosi dalla sua portata: ogni oggetto è in grado di attirare la curiosità di un piccolo esploratore alla scoperta del mondo, il quale non è invece capace di giudicare la pericolosità di ciò che lo circonda…è anche per questo che esistono mamma e papà! Far sparire dunque oggetti appuntiti, di vetro, accendini e fiammiferi, oggetti pesanti che potrebbe riuscire a tirarsi addosso, ecc.

Assicurate le ante: a meno che non abbiate la possibilità di lasciare nei mobili bassi solo oggetti "sicuri", meglio assicurare ogni anta con ganci e chiusure a prova di bambino. Questa accortezza è particolarmente necessaria per i mobili in cui conservate prodotti potenzialmente tossici come quelli per la pulizia della casa.

In caso di scale interne, mettete i cancelletti di sicurezza: purtroppo le scale rappresentano un'attrattiva irresistibile per un bimbo in esplorazione!

Attenzione alle piante: esistono piante comuni, da appartamento o da giardino, potenzialmente molto tossiche per i bambini, come ad esempio la dieffenbachia, l'azalea, il ciclamino, l'agrifoglio e la stella di Natale. Insegnate da subito ai vostri piccoli che non bisogna toccare né tantomeno mettere in bocca nessuna parte delle piante, nemmeno la terra! Parallelamente, però, meglio allontanarle dalla loro portata. Anche se non sono tossiche, meglio far sparire anche tutte le piante appuntite e con aghi!

Se avete un balcone, assicuratevi che tra le sbarre di protezione non ci sia spazio sufficiente perché passi un bambino e che non ci siano appoggi su cui il piccolo possa arrampicarsi. Fate attenzione acché il bambino n on abbia la possibilità di arrampicarsi in prossimità delle finestre.

Assicurate al muro i mobili medio-piccoli che il bimbo potrebbe rovesciarsi addosso come cassettiere, scarpiere, ecc.

Nel periodo invernale, coprite termosifoni, scaldasalviette e tubature in modo che il piccolo non si scotti accidentalmente.

In cucina, meglio fissare la tovaglia al tavolo con appositi ganci, in modo che il piccolo non possa appendersi e tirarsi addosso tutto ciò che c'è sul tavolo. Inoltre è meglio insegnare sin da subito a stare lontani dai fornelli ed evitare di cucinare con il piccolo intorno: voi stesse potreste accidentalmente far cadere a terra pietanze bollenti. Lo stesso discorso vale anche per il ferro da stiro.